HOME STADIO SONDAGGI LIVE GIOCHI COMUNITA' FOTO
17:17 Palermo-Ternana: i convocati, torna Lund    17:11 Palermo-Ternana: Corini in conferenza stampa    10:11 Cremonese-Palermo 2-2, le interviste a Corini e Ranocchia    10:08 Cremonese-Palermo 2-2    12:49 Cremonese-Palermo: altri 500 biglietti per i nostri tifosi    15:10 Segre, intervistato da Cronache Di Spogliatoio    11:17 Per Graves e Lund non è ancora arrivato l'ok    13:08 Cremonese-Palermo: già sold out il settore ospiti    
L'editoriale di Carlo Brandaleone sul Giornale di Sicilia
L'editoriale di Carlo Brandaleone sul Giornale di Sicilia
Fonte: Rosanerohome.it - 27/12/2023 - Letta 121 volte
Il giornalista Carlo Brandaleone sul giornale di Sicilia, pubblica il consueto editoriale sulla partita del Palermo.
Ecco di seguito il suo articolo

Il Palermo anticipa i botti di fine d’anno. Battuta la corazzata Cremonese che è stata raggiunta in classifica al quinto posto, con tre punti di ritardo sulla seconda piazza si può andare al riposo con un pizzico di fiducia in più sul futuro. Stavolta i minuti di recupero hanno portato bene alla squadra rosanero, che è riuscita a piegare i lombardi con una punizione di Stulac al 97’. Forse era un cross, una palla tagliata da sinistra che lo sloveno aveva gettato nel mucchio in cerca del rimpallo vincente.

Una punizione che lui stesso s’era guadagnato sull’errore in uscita di Afena-Gyan. Ma la palla calciata da Stulac ha attraversato l’area, nessuno è intervenuto ed ha battuto il giovane portiere Jungdal sul palo lontano. Una vittoria preziosa per la classifica e per il morale, che riavvicina parzialmente il pubblico rosa all’allenatore Corini (anche lui a fine gara sotto la curva a ballare) ma il risultato non rispecchia esattamente quello che è accaduto in campo. Il Palermo non è quello di un mese fa, corre meglio, è più compatto e sta inserendo i suoi esterni (Di Francesco e Insigne), ma la Cremonese ha fatto decisamente di più sul piano della manovra, della qualità del gioco e per numero di conclusioni a rete. Semplificando si può dire una vittoria di cuore.

Una vittoria cercata con coraggio dopo avere rischiato il tracollo, perché più volte nel corso della ripresa la Cremonese è andata vicina al gol e pochi istanti prima del gol di Stulac lo stesso Afena-Gyan aveva fallito un facile contropiede. Se il Palermo può esultare per avere ripreso una gara che sembrava segnata, la Cremonese, che non aveva mai subito tre gol in questo campionato, può recriminare per avere sciupato tanto, per essere stata eccessivamente leziosa, sfruttando male la sua evidente superiorità nel palleggio e subendo i gol del Palermo nei suoi migliori momenti.

La squadra di Stroppa ha esperienza in avanti con Coda e Vazquez, in mezzo al campo con Castagnetti, gioca con un 3-5-2 collaudato con due stantuffi esterni come Ghiglione e Sernicola che fanno bene le due fasi. E proprio Ghiglione al 7’ha sorpreso la difesa rosanero battendo di piatto Pigliacelli sul cambio di gioco di Sernicola. Una partita subito in salita, il gol di Ghiglione ha costretto il Palermo a scoprirsi e rischiare, evidenziando tutti i problemi in difesa delle ultime giornate. Il rientro di Ceccaroni ha portato qualcosa in più, ma più volte Pigliacelli ha rischiato sulle rapide percussioni della Cremonese, che ha sempre pressato molto alto esponendosi alle ripartenze del Palermo.


Online dal 27/10/2003 contatto: rosanerohome@gmail.com
Palermo calcio, calcio palermo, notizie, news, stadio barbera, foto, rosa nero, palermo fc, city group,campagna trasferimenti,Palermo foto, Renzo Barbera,warriors rosanero,Mediagol,stadionews